Hai bisogno di aiuto? Chiama 0381.82519 o scrivi a info@anthaus.it

Spedizione Gratuita per ordini a partire da € 200!
Consegna sempre su appuntamento.

Credenze

17 Prodotti/o

per pagina

17 Prodotti/o

per pagina

Credenze Anthaus: la bellezza della versatilità

Nell'arredamento, etnico e non, parlare di credenze apre una moltitudine di definizioni. Certo ognuno di noi sa cosa sia una credenza, ma allo stesso tempo ognuno di noi pensa ad un mobile diverso. Dalla grande credenza a doppio corpo della sala da pranzo che contiene cristalleria e porcellane, alla la credenza bassa in salotto o in studio che permette di ordinare i documenti, si sta parlando in ogni caso dello stesso mobile. Tutti noi abbiamo in casa una credenza che ci aiuta ad organizzare e razionalizzare gli spazi, la credenza è infatti tra tutti i mobili quello di cui non faremmo a meno nell'arredo della zona giorno. Perché quindi non arricchire gli ambienti con una credenza etnica?

La versatilità propria di ogni credenza si affianca anche ad una grande originalità quando si entra nel mondo delle credenze etniche. Questa grande varietà di funzioni che una credenza etnica può avere all'interno di casa ha favorito una grande e varia produzione degli artigiani orientali. Che si tratti di madie indiane, di grandi credenze cinesi o delle preziose credenze tibetane, scegliendo una credenza etnica si sceglie di arredare la casa o gli ambienti di lavoro unendo funzionalità e una personale e originale visione dello stile.

Una credenza, molteplici usi

La credenza è quindi un mobile pratico e senza tempo che non per forza si abbina ad arredi classici o rustici. Per quanto evochi immagini romantiche e tradizionali, il design e le regole dell'arredamento hanno fatto evolvere anche il concetto di credenza.
In cosa si differenziano quindi le credenze etniche da quelle occidentali? Non certo nella funzione di base, infatti anche una credenza orientale è pensata per essere pratica e permettere di ordinare la casa. La differenza sta nella loro grande e duplice versatilità. Innanzitutto le credenze etniche non devono forzatamente essere nuove produzioni per arredare case in stile moderno: per esempio una credenza cinese laccata del XIX secolo ha un design perfetto per spazi lineari e minimali, e dona al contempo originalità ed eleganza. Quindi le credenze antiche orientali permettono di coniugare in un unica stanza design, modernità e valore antiquario.

Il secondo grande pregio delle credenze etniche sta nella possibilità di collocarle in ogni parte della casa, trasformandole a seconda delle necessità. Una credenza dipinta indiana o cinese perfetta in salotto come mobile tv arreda altrettanto bene la sala da pranzo o l'ufficio. Spesso le produzioni occidentali, soprattutto quelle moderne, sono univoche, difficilmente un mobile tv potrebbe essere collocato in altre zone della casa. Una credenza etnica scatena l'arredatore che c'è in ognuno di noi prestandosi ad arredare tutti gli ambienti. Che si scelga una credenza indiana, una cinese o una tibetana, ci si trova davanti ad una varietà di stili e lavorazioni che permettono di trovare il mobile adatto per ogni spazio e per ogni uso e di trasformarne la funzione a seconda delle necessità. Una piccola credenza a doppia anta messa in ingresso può tranquillamente essere usata come mobiletto per il bagno.

Credenze Indiane

La produzione di credenze indiane ripercorre la storia di questo antico paese proponendo stili e design che narrano le epoche storiche vissute nel corso dei secoli. La credenza è un mobile molto presente nella quotidianità indiana sin da epoche antiche. La sua funzionalità infatti l'ha resa un mobile necessario tanto quanto in occidente, a differenza dei letti o delle sedie cui produzione e uso aumentano solo con l'incontro con il mondo occidentale. Per questo si possono trovare innumerevoli tipologie di credenze indiane. Tipiche della tradizione sono le Pitara, credenze a doppia anta, molto lavorate e intagliate nella parte frontale con piccoli specchi o macchie di colore.
O ancora le bellissime madie lavorate a forma quasi cubica. Queste credenze si caratterizzano per le piccole ante nella parte frontale e un grande spazio interno, perfetto per ritirare la biancheria tanto della cucina quanto del bagno o della camera da letto. Alla particolarità dello stile si unisce il pregio dei materiali, che vede per le credenze antiche l'uso del pregiato teak e per le nuove produzioni il legno di mango, ugualmente resistente. Con l'arrivo delle dominazioni occidentali inglesi e portoghesi gli artigiani indiani hanno iniziato la produzione di mobili più classici , che sono stati comunque permeati dallo spirito orientale. Ne sono esempio le pregiate credenze coloniali portoghesi, austere nelle linee ma con maioliche colorate dipinte a mano e ante a vetro dipinte che richiamano la tradizione induista. Dipinti che spesso troviamo nelle produzioni rajasthane. Le credenze di questa zona desertica sono piene di colore, interamente dipinte a mano. Sia le credenze antiche che le nuove produzioni, sono esempio dell'abilità pittorica degli artigiani che attraverso la loro arte narrano tradizioni, scene di vita quotidiana e spirituale.
Una credenza indiana quindi, ovunque venga posizionata in casa, antica o nuova che sia, porta con sé una storia che diventerà parte di voi.

Credenze Cinesi

La credenza è uno dei mobili che, insieme agli armadi, contraddistinguono la produzione cinese per eleganza e stile. Si possono trovare credenze molto basse, o dalla classica forma rettangolare che si sviluppa orizzontalmente. Queste credenze sono perfette nel living come mobili tv, ma anche in sala da pranzo o in ufficio. Le forme molto semplici e lineari sono in grado di esaltare ogni spazio. Le credenze cinesi possono essere anche molto grandi e a doppio corpo, perfette per arredare la cucina come mobili dispensa, o perché no la camera da letto trasformandosi in armadi per la biancheria. Non si possono dimenticare le credenze prodotte in quell'area geografica a ridosso tra Cina e Mongolia, che abbandonano le forme minimali favorendo pregiati fregi e colori sgargianti.
Qualunque sia il design che si preferisca, ogni credenza cinese si caratterizza per lavorazioni uniche e molto pregiate: dal sistema ad incastro che non prevede l'uso dei chiodi, alle pregiate lacche naturali. Altro elemento distintivo sono i bellissimi dipinti, dalle scene di vita quotidiana tipiche delle credenze del periodo Qing, ai bellissimi fiori dipinti sulle credenze mongole.
Un connubio tra semplicità delle linee, pregio dei materiali e bellezza estetica che rende le credenze cinesi perfette tanto in ambienti retrò quanto in ambienti moderni.

Credenze Tibetane

Le credenze tibetane, a differenza delle produzioni cinesi e indiane, sono solo antiche. La storia del paese ha comportato l'arresto delle produzioni artigiane, una credenza tibetana moderna in realtà è cinese. La prima caratteristica quindi delle credenze tibetane è il loro grande valore antiquario. Ci sono tratti specifici che permettono di distinguerle, prima tra tutte la lavorazione. Si tratta infatti di una tecnica molto particolare, che prevede la stesura di uno strato di gesso e colla naturale sul mobile grezzo. Solo in un secondo momento i pittori decoravano il mobile, producendo un disegno in rilievo che impreziosisce il mobile rendendolo un pezzo sempre unico. Le vere credenze tibetane sono alte, strette e dipinte solo nella parte frontale.
Il colore e disegni che raffigurano spesso animali mitici come le fenici o delicati tralci fioriti, rendono queste credenze mobili perfetti per rendere gli spazi davvero originali e unici, tanto nella zona giorno che nella zona notte di casa.